Note, le ultime da imparare

Note, le ultime da imparare

LE ULTIME NOTE

Sono rimaste da memorizzare le posizioni di alcune note: i Mi i Fa e i La

I Mi e i Fa condividono posizioni curiosamente complementari. Il primo Mi giace sulla prima linea (sempre partendo dal basso) ed il primo Fa occupa il primo spazio. Il secondo Mi invece occupa l'ultimo spazio mentre il secondo Fa giace sull'ultima linea. 

La posizione dei Mi e dei FA

I MI e i FA

Infine ci sono i La rispetto ai quali non mi è venuto in mente nessun trucchetto per registrarne mentalmente la posizione. Apparentemente sono le due note più difficili da ricordare; ma sapere che sono le meno memorizzabili paradossalemnte aiuta a ricordarle più facilmente. Il primo La sta nel secondo spazio (subito dopo il Sol della chiave di violino) e il secondo giace sul primo taglio addizionale in alto, dopo il pentagramma. 

La posizione dei LA

La posizione dei LA

Di seguito trovate alcuni esercizi per memorizzare le nuove note e per ripassare le precedenti. Se non avete ancora ben registrato le posizioni di alcune note, vi consiglio di ripassare qualche esercizio precedente. 


ESERCIZIO 1

esercizio 14

Note per l'esercizio1 

Questo esercizio è dedicato alla memorizzazione delle posizioni dei MI e dei FA. I MI sono collocati rispettivamente sulla prima riga e nell'ultimo spazio. I FA sono collocati sul primo spazio e sull'ultima riga. 

 


ESERCIZIO 2

Note per l'esercizio 2 

Con questo esercizio è possibile esercitarsi nella memorizzazione dei MI e dei FA con l'aggiunta di alcune note già studiate. Per facilitare l'esercizio ho riportato alcune annotazioni.


ESERCIZIO 3

Note per l'esercizio 3 

L'esercizio 3 è dedicato al LA. Anche in questo esercizio ho volutamente aggiunto alcune delle note già studiate, ricordandovi i nomi la prima volta che compaiono.


ESERCIZIO 4

Note per l'esercizio 4 

Abbiamo passato in rassegna tutte le note e questo è il primo esercizio di riepilogo globale! Nel caso vi sfuggisse ancora la posizione di qualche nota, tornate indietro per un ripasso veloce. Vi consiglio di NON annotarvi i nomi delle note per aiutarvi in questo esercizio: è molto più utile ritornare sulle pagini precedenti dove sono riportate indicazioni specifiche sulla tale nota e sulla sua posizione. In questo modo potrete costruirvi più riferimenti mnemonici!

Leave a comment